sono solo terroristi – 554.

. . .

per quanto terribili siano gli attentati di Parigi occorre non perdere il senso delle proporzioni.

qualunque pazzo o esaltato, singolarmente o in piccolo gruppo, è oggi in grado di fare una strage anche orribile, come purtroppo dimostra la cronaca di tutti i giorni.

la diffusione del terrore operata dai media fa il gioco dei terroristi e ingigantisce il loro potere che rimane soltanto apparente.

come ogni potere fondato sulla violenza.

senza farci prendere dalla paura, dobbiamo invece accettare l’idea di essere in guerra e cambiare le nostre regole di vita.

6 risposte a “sono solo terroristi – 554.

  1. Armiamo le mani dei terroristi che cosa ci aspettiamo? Certo è che non bisogna farsi prendere dalla paura, anzi
    Certamente non siamo protetti da nessuno Stato e meno che mai dal nostro….

    Fare di un’erba un fascio é sbagliato. Si sapeva…si sa da anni che il medio oriente era una bomba ad orologeria…beh…il timer ha terminato
    .forse

  2. dalla risposta francese (e di tutti) capiremo se andremo a una guerra mondiale totale o se il senso della misura riuscirà a evitare lutti ancora maggiori (agli Achei e a tutti).
    come diceva (il francese) Lavoisier “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”, qui, anziché bombardare il mondo intero magari chiedersi da cosa nasce tutto questo e fare autocritica è la prima cosa.
    come per l’Algeria, niente nasce da niente.
    questa gentaglia non saranno gli stessi creati (forse), magari foraggiati e usati contro Assad, e poi traditi?
    se pure è nata (ammesso e non concesso) come una primavera siriana, non è che Usa ed Europa e il nostro mitico alleato Arabia saudita l’hanno fatta diventare inverno e inferno?
    mi viene in mente la Sardegna, alla fine degli anni ’69 qualcuno voleva risolvere il problema del banditismo col napalm, sono bastati bravissimi poliziotti con operazioni mirate e chirurgiche.
    qualcuno dirà, è il momento dell’azione, lasciateci lavorare, siete dei cacadubbi.

    • nella guerra mondiale ci siamo già, ma pare che questo non debba essere riconosciuto.

      è una guerra diversa dalle altre mondiali che l’hanno preceduta: due calde, chiamate come tali, e una fredda, non riconosciuta come tale, ma di durata, portata e impiego di armi molto maggiore delle altre due.

      questa è diversa perché calda in alcune zone e da decenni nel Medio Oriente e fredda in altre, ma soprattutto perché nelle altre tre (due calde e una fredda) gli schieramenti erano due (democrazie parlamentari contro imperio autoritari; democrazia contro fascismo: democrazia contro comunismo); qui invece lo scenario è qzuello di una guerra (calda oppure fredda) dell’America contro tutti (a volte sembra persino contro l’Europa).

      alla caduta del comunismo il sistema militare americano ha avuto bisogno di inventarsi un altro nemico e l’ha trovato nelle dittature non islamiste del Medio Oriente e nello stesso nell’islamismo sciita dell’Iran.

      ora sinceramente non riesco a vedere più una via d’uscita, però sappiamo tutti che l’ISIS per l’Occidente è soltanto il pretesto per continuare a combattere l’islam democratico e l’islam sciita.

      la ragionevolezza suggerisce che non è possibile sconfiggere i nazi-islamisti facendo contemporaneamentte guerra alla resistenza locale e alla Russia che la appoggia.

      ma serve a qualcosa dirlo?

non accontentarti di leggere e scuotere la testa, lascia un commento, se ti va :-)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...